SULLE ORME DEI GALLI…DA SENIGALLIA A GRENOBLE IN 24 ORE. LA CROSTATA DI GRENOBLE CON NOCI E CARAMELLO.

crostata-grenobleLo scorso sabato, vista la bellissima giornata, ho deciso di fare una lunga passeggiata in città, a Senigallia. Sono arrivata in centro. Subito mi sono fermata a prendere un buon caffè. Poi ho proseguito il mio giro fino ad arrivare al molo.

E intanto mi guardavo intorno…Molta gente sembrava muoversi indaffarata magari con le borse della spesa appena fatta alle bancarelle della Piazza delle Erbe. Altri passeggiavano rilassati, senza meta, con il solo intento di godersi il sole. Altri ancora sorseggiavano un caffè o bevevano un aperitivo seduti ai vari caffè di Corso II giugno. Alcuni uomini anziani chiacchieravano tra loro parlando di politica o di sport. Gruppi di amiche ridevano tra loro. Un artista di strada era intento a suonare la sua musica. Un altro metteva in scena un piccolo spettacolo da giocoliere. Dall’interno dei negozi usciva ogni tanto qualche musica natalizia. E dai forni usciva l’odore del pane e sopratutto della pizza…la merenda di metà mattina dei bimbi senigagliesi…ma forse anche dei grandi.

crostata-grenoble

senigallia-panorama

Uscire il sabato mattina mi piace da morire. Non lo so perché..ma si sente un’atmosfera gioiosa, vivace ma calma al tempo stesso.

Quando passeggio per la città in questa atmosfera di serenità mi rendo conto che Senigallia mi piace. In fondo non è la mia città. Potrebbe anche essermi indifferente. E però mi ritrovo a compiacermi del fatto di conoscerne ormai le strade, gli odori, il dialetto degli abitanti, i loro modi di dire, i loro riti, le loro consuetudini. Tanto per dirne alcune. La merenda di metà mattina e di metà pomeriggio si fà con la pizza. Il sabato sera si mangia a casa ma con la pizza al trancio (ed infatti Senigallia vanta un numero elevatissimo di pizzerie tutte davvero validissime). Il giorno di Ferragosto si guardano i fuochi d’artificio alla Rotonda a mare. A fine agosto si va tutti alla fiera di Sant’Agostino. E tante altre simpatiche abitudini.

crostata-grenoble

senigallia-panoramaAd un certo punto mi sono resa conto che casualmente la torta che avevo deciso di preparare questa domenica era una torta di origine francese…proprio come la mia città, che deve il suo nome ai Galli Senoni che l’hanno fondata. E allora ho pensato che in fondo in 24 ore avrei fatto un bel viaggio sulle orme dei Galli…da Senigallia a Grenoble. Ho pensato anche che con la fantasia e con la cucina si può arrivare davvero in tutto il mondo. E questo mi ha resa felice.

Ed eccovi allora la fantastica crostata di Grenoble con la ricetta di Luca Montersino (rivista solo nelle quantità). Noci e caramello…un connubio davvero strepitoso per confortarci e aiutarci a combattere i primi freddi della stagione autunnale.

crostata-grenoble

senigallia-foroannonario

CROSTATA DI GRENOBLE CON NOCI E CARAMELLO

…………………………

INGREDIENTI

Per la frolla:

  • 375 g di farina 0
  • 125 g di zucchero al velo
  • 125 g di burro
  • 80 g di tuorlo e 45 g di albume

Per il ripieno:

  • 300 g di noci
  • 240 g di zucchero
  • 250 ml di panna
  • 35 g di miele di acacia

Per lucidare:

  • panna
  • tuorlo d’uovo

…………………………

COME SI FA:

  1. Preparate la pasta frolla con il metodo sabbiato. Mescolate in una planetaria la farina, lo zucchero, e il burro a pomata fino ad ottenere un composto sabbioso. Aggiungete poi le uova e continuate a impastare fino ad ottenere un panetto che riporrete in frigo per almeno mezz’ora.
  2. Preparate il ripieno. Tritate le noci grossolanamente con un coltello e mettetele da parte. Mettete parte dello zucchero in una casseruola dai bordi alti. Accendete il fuoco e appena lo zucchero si sarà caramellato aggiungetene ancora poco alla volta fino ad esaurimento. Il tutto senza mescolare. In un’altra casseruola mettete a bollire la panna. Quindi aggiungete il miele al caramello e, solo a questo punto, mescolate.
  3. Aggiungete la panna al caramello poca per volta facendo attenzione alle esalazioni di vapori. Spegnete quindi il fuoco e aggiungete le noci. Mescolate.
  4. Stendete la frolla in una teglia da 20 cm. Bucherellate il fondo. Create quindi delle strisce per la vostra crostata. Spennellatele con il tuorlo d’uovo e la panna. Fate asciugare le strisce nel frigorifero per una decina di minuti. Riempite la base della crostata con il ripieno di noci. Disponete le strisce. Infornate in forno preriscaldato a 180 gradi per mezz’ora.
Annunci

2 pensieri su “SULLE ORME DEI GALLI…DA SENIGALLIA A GRENOBLE IN 24 ORE. LA CROSTATA DI GRENOBLE CON NOCI E CARAMELLO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...